Istituto Comprensivo di Manerbio (Bs) > EXPO Progetto Scuola

EXPO Progetto Scuola

INSIEME COLTIVIAMO UN MONDO NUOVO

EXPO: fasi progetto

VIDEO DESCRITTIVO DELLE FASI DEL PROGETTO

SPOT REALIZZATI PER EXPO:

  • UN PIATTO SPECIALE Scuola Secondaria di primo grado “G. Bevilacqua” di Offlaga Classe 2 I
  • IL CIBO E’ VITA Scuola Secondaria di primo grado “A. Zammarchi” di Manerbio Classe 2 B

Il progetto, in rete con la Scuola Primaria sant’Angela Merici di Manerbio, l’Amministrazione comunale di Manerbio, l’ Amministrazione comunale di Offlaga, l’Associazione Slow-food condotta della Bassa Bresciana, l’Associazione Gocce di Solidarietà onlus – Manerbio, le Acli- punto famigliaManerbio, l’Associazione Jangada-Altro mercato, Commercio equo e solidale – Manerbio, la Fondazione Fobap  onlus associata Anffas – Brescia, l’Associazione  “Il Giardino delle meraviglie” – Manerbio, la Ditta Andrini marmellate & c. S.a.s. – Gottolengo, l’Azienda agricola Filippini – Bassano Bresciano e la Ditta Tradizioni padane – Gottolengo,  si propone lo scopo di utilizzare le produzioni degli orti scolastici e sociali già esistenti per trasformarli in “pacchi alimentari” da distribuire sul territorio alle famiglie indigenti. L’azione educativa del “prendersi cura” dell’ambiente è già una direzione formativa assunta dalla scuola;  l’idea è ora quella di fare in modo che i prodotti coltivati non vengano sprecati ma si trasformino in benefici da investire sul sociale.

La catena parte dalla produzione di mele cotogne, di erbe aromatiche e di ortaggi che vengono normalmente coltivati nei plessi scolastici. Tali prodotti non possono essere utilizzati direttamente a scuola  e quindi sono solitamente sprecati. Ora invece, uniti ad altri ortaggi che provengono da orti del territorio, tali prodotti verranno raccolti e assegnati a ditte specializzate  per la loro trasformazione in cotognate, paste ripiene, minestroni.

Le stesse ditte, insieme a gruppi di acquisto solidale, commercializzeranno i prodotti trasformati, alcuni dei quali entreranno direttamente nei pacchi alimentari Caritas.

Tutti gli alunni coinvolti realizzeranno il progetto attraverso: la coltivazione dei prodotti (con l’aiuto di una cooperativa di adulti disabili); la produzione di etichette originali da appostare sui prodotti da commercializzare; la realizzazione di video-spot Pubblicità-Progresso per la promozione di atteggiamenti contro lo spreco alimentare e per la tutela dell’ambiente. Eventuali proventi ricavati dalla commercializzazione saranno reinvestiti sul sociale tramite azioni di  beneficenza sul territorio gestite dalla stessa rete.